Cosa ne penso di Unity sulle altre distro

Penso che ognuno installa quel che vuole, anzi, ci mancherebbe altro se ora un pacchetto o, in sostanza, un programma non possa essere portato su altre distribuzioni.

Ma cosa si intende con Unity su Fedora o su OpenSuse? Ecco dove arriva il casino o la confusione che molti, in questi giorni stano facendo. Si vede che ultimamente è meno faticoso leggere i titoli dei post a leggerli per intero.

Per non citare tutti i commenti degli esaltati che, siccome Unity, una shell come quella di Gnome, viene messa a disposizione su un'altra distro, non vedono l'ora di rimarcare quanto Canonical contribuisca a tutti, dimenticandosi poi che, ad esempio, network manager, è un pacchetto di Red Hat adottato da tante distro.

Una cosa è adottare un software e l'altro è impacchettarlo per renderlo disponibile sulla propria distro. Nel primo caso, se una distribuzione adotta un programma è probabile che questo venga installato di Default e che abbia pure il supporto (aggiornamenti, ecc). Nel secondo caso, se qualcuno impacchetta un programma per un'altra distro, semplicemente verrà messo a disposizione, potrà essere installato, ma non verrà certo reso disponibile di default e probabilmente non avrà il supporto garantito.

Prima è successo con Fedora, esce la notizia (Unity on Fedora? Possibly!) e tutti pronti a compiacersi, a dire "oooh ma guarda come contribuisce Canonical!! uuh".. ora succede la stessa cosa con OpenSuse (OpenSUSE: arriverà Unity?) signori, è stato solo messo a disposizione. C'è bisogno di fare notizia?

Probabilmente sono in ritardo ma forse era li caso di chiarirlo :)



...