In nome di Mark, Ubuntu e lo Spirito Santo, Amen!

ubuntu in chiesaDomenica sono stato a messa ed è stato bellissimo.

Il parroco ci ha letto qualche passo del Vangelo di Marktteo che ho deciso di riportarvi. Sì, lo farò perché non posso esprimere a parole la mia commozione, il mio agape per questo umile dono, questa distro che aiuta i poveri e i bisognosi, e anche talvolta i bambini, certo.

Ma bando alle chiacchiere cari fedeli miei.  È con sommo spirito ubuntiano che io condivido il Verbo con voi.

Marktteo 21,18-22

"La maledizione del CD di Debian"

18 La mattina dopo, mentre rientrava in città, ebbe voglia di installare linux sul suo netbook. 19 Vedendo un cd di Debian sulla strada, gli si avvicinò, ma non vi trovò altro che pacchetti liberi e gratuiti senza nessun cenno a ubuntu software center, e gli disse: «Non si possa mai più installare da te». E subito quel cd si disintegrò.  20 Vedendo ciò i discepoli rimasero stupiti e dissero: «Come mai il cd si è disintegrato immediatamente?». 21 Rispose Gesuttelworth : «In verità vi dico: Se avrete fede e non dubiterete, non solo potrete fare ciò che è accaduto a questo cd, ma anche se direte a questo pinguino: Levati di lì e gettati nel mare, ciò avverrà. 22 E tutto quello che chiederete con fede nella preghiera, lo otterrete».


Fonti:
Le foto sono cortesia di Paolo Sammicheli
Il vangelo è scortesia della Santa Chiesa


...