Sul futuro di Ubuntu e le mie seghe

ubuntu-unity-futuro
Voglio dire, insomma, pensateci bene: a farsi le seghe uno ci prende la mano, ma stare con una donna è tutta un'altra cosa.

Unity e tutta la pappardella della Casa del Parroco non fanno altro che indurre - attenti a questa parola - assuefazione. Sì proprio come un bambino che scopre un sito porno e inizia a frequentarlo spesso, finché pam pam pam sporca il monitor rimanendone assuefatto, e ci ritorna dopo mezzora e qualche scottex.



In questi giorni ho letto tante critiche alla "nuova" interfaccia di Ubuntu. Molte partivano da blogger, come ad esempio gusions - a cui ringrazio perché il suo post mi ha fatto sborrare quel che avete letto prima - o da commenti su vari siti. Tutti questi interventi riflettono una cosa: Ubuntu si trova ad una svolta. Bisogna solo capire che fine farà.

Anche in questo blog di merda, molti di voi infedeli avete commentato, e abbiamo discusso, sul futuro di Ubuntu. Ecco, io vorrei farvi notare che noi - e per noi intendo bloggers o persone che disquisiscono di queste stronzate (lasciate stare i bloggers venduti) - siamo delle persone che usano gnu/linux da un po' di tempo. Non scordiamocelo.

Quello a cui voglio arrivare è al fatto che, se ci fatte caso, a Canonical non interessa un ficco secco se la bloggosfera accoglie male la sua interfaccia, se per alcuni Unity non sia altro che una risposta rancorosa a Gnome 3, o se è palese che Canonical farebbe bene a cooperare con GNOME ma non vuole.

Semplicemente, La Casa del Parroco, punta a quelle persone che non sappiano niente di cosa significhi Gnu/Linux. Punta a far proliferare il "suo" sistema operativo. Provo ad azzardare come andrà a finire? Probabilmente ci riuscirà.

Poiché più abbelliscono la distribuzione e più fanno enfasi sul marketing --> più fanno breccia sul "mercato". Inutile farvi notare che, a questo punto, il significato dell'acronimo GNU è rimasto assieme allo sfondo marrone del desktop.

Inoltre, il concetto di shell è qualcosa destinato al "touch", per i nuovi tablet. Si ritorna sempre lì, al toccare. Come diceva Woody Allen: "la masturbazione è fare sesso con qualcuno che ami".

Il mio parere è questo: se si è programmatori, o col computer ci si lavora, Ubuntu è scomoda e piena di bugs, così come Windows è scomoda per chi vuole qualcosa di stabile e usabile. Ma se il sistema di Microsoft ha proliferato pur non essendo il migliore in giro, allora pure il sistema della Casa del Parroco potrebbe proliferare, pur non essendo la miglior distribuzione in giro (e qui intendo anche aspetti tecnici).


...