E ora tutto mi è chiaro

Ho sentito Junk of the Heart alla radio. Una canzone con una melodia piacevole ed a tratti malinconica, che torna indietro negli anni pur essendo uscita di recente. Uno stile che avevo già sentito, roba che mentre la stai ascoltando spalanchi gli occhi e ti chiedi: "Ma non sarà Julian Casablancas quello che canta??". No, ho scoperto che erano i Kooks, ed improvvisamente tutto mi è stato chiaro.

Non sono i Kooks che si sono avvicinati agli Strokes, ma il contrario. Sono gli Strokes ad essersi avvicinati ai Kooks. E questo spiega perché l'ultimo loro disco non esalti neanche un freaketone fatto di extasis. Anche perché, in sostanza, non è altro che un'ammasso di melodie partorite dalla testa di Casablancas. Come questa.

Con tutto il rispetto per i Kooks, che sì dai sono carini, ma troppo pop per il mio gusto. Gli Strokes invece spaccavano, all'inizio. L'ultimo disco ha due o tre canzoni che mi piacciono (Machu Pichu anche troppo), ma non ha niente a che fare col primo.

Oh, sempre meglio dell'ultimo degli Arctic Monkeys, non confondiamoci.

---------------------------
Non che "11 Dimension" non mi piaccia, è che non noto come si allontani sempre più dal "rock".



...

Note Legali

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001
Le pareti, al suo interno, sono rivestite di Diritto di Critica e Diritto di Satira, maneggiare con cura. Consultare INFO - Disclaimer

Licenza

(CC BY-NC-SA 3.0) | anonimoconiglio.com by Santiago Greco.
This blog is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.