La coerenza di Canonical, Shuttleworth e Ubuntu

kubuntu-canonical-intellihide
Apprendo che Canonical ha deciso di farla finita con Kubuntu, e quindi ha smesso di finanziare la distro. Non che prima la finanziasse con ingenti somme di denaro (pagava soltanto uno sviluppatore). 

In più, come se non bastasse, nella sua ultima sparata Shuttleworth si prende la briga di spiegare a noi poveri stronzi come si usa un desktop, e in nome della "usabilità" e del "non voglio causare confusione nella testa dell'utente", ha persino rimosso possibilità di fare intelligent hide della barra di Unity.

Dato che in questo blog l'intelligenza se ne fotte della serietà, ma resta pur sempre "intelligenza", cercherò di analizzare in modo logico scelte, motivazioni e conseguenze di quel che fa Canonical, affinché tu, caro intelligente lettore, capisca perché Canonical e Shuttleworth dovrebbero andare a fare in culo.

Perché lo fanno

Come ho scritto nel post scorso, trovo che la diffusione della conoscenza si scontri con quel che richiede la competitività di mercato. lo "spread of knowledge" non può essere competitivo.

Ad esempio, perché Canonical taglia il rubinetto a Kubuntu? perché non può sprecare risorse, e non può sprecare risorse in vista del suo compito: rendere la "sua" distro competitiva per il mercato. In questo modo riuscirà a renderla più appetibile, e + utenti significano + margine di guadagno.

Perché Shuttleworth rimuove opzioni dai suoi prodotti anziché aggiungerne? Ottimizzano i loro prodotti togliendo opzioni. Fa molto Apple. E fa molto Apple proprio perché la faccenda è legata ad una strategia di mercato. Devono distinguersi dal resto, creano Unity. Devono riuscire a creare una esperienza d'utilizzo originale, tolgono opzioni e ottimizzazioni. Solo così il prodotto diventa competitivo.

Stesso discorso possiamo fare riguardo al perché non hanno intenzione di rilasciare i sorgenti della versione server di Ubuntu One. Ecc...

Possiamo anche dire che è una scelta comprensibile, sì. Capisco la scelta della Casa del Parroco, un'azienda che come tale guarda al profitto. Bravi.

Ci fermiamo qua? No.


Perché possono andare affanculo

Dato che non formo parte dell'azienda e non mi interessa farlo, comprensibile non basta. Mi basterebbe se fosse giustificabile, ma non lo è.

Niente di quel che fa Canonical negli ultimi tempi è giustificabile.

E sapete perché non sono scelte giustificabili?

  • Perché non puoi dire che sei per il FOSS, che vuoi la proliferazioni di sistemi "free", ma poi smettere di finanziare i sistemi a cui "ci tieni" o metterti in competizione con essi (vedi la faccenda contro GNOME) .  
  • Ma sopratutto: non puoi "sostenere la libertà di utilizzo di un software" e creare prodotti limitando le loro modalità di utilizzo in nome della "semplicità d'uso". È un'argomentazione portata avanti da Apple, che per quanto tu possa ammirare dal punto di vista economico, è un'azienda contro alla libertà di utilizzo di un software.*

Non puoi fare tutto ciò e aspettare che ti applaudano e ti adorino. No, perché ti contraddici, diventi incoerente, perdi credibilità, danneggi il marchio e lo lasci soggetto alle critiche.

Oltre al fatto - e qui ci tengo personalmente - di farmi sentire preso per il culo. Perché è questo che fa Canonical. Ti prende per il culo.** Ma tanto meglio. A me la pappardella che vogliono portare il software libero ovunque non me la rifilano più da un pezzo, e con queste scelte non la rifilano più a nessuno.

EDIT: A scanso di equivoci, Canonical non ha soltanto rimosso l'opzione dall'interfaccia grafica, ha rimosso l'intero codice che riguardava l'opzione. Ha rimosso parte del codice, capite? Perché loro osservarono, impararono, e decisero. Sempre loro, che tu non hai argomenti per controbatterli, quindi "that codepath will disappear"


Dedicato a tutti quelli che aspettano e sperano in CCSM, Ubuntu-Tweak e MyUnity. Mark vi vuole bene. :D

Vedasi anche: La differenza tra comprendere e giustificare, o come Ubuntu ti prende per il culo.

PS: Lo sviluppatore che veniva pagato da Canonical per incaricarsi di Kubuntu, Jonathan Riddell, non è stato licenziato, ma è stato incaricato di sviluppare, guarda a caso, il progetto unity-qt. Quindi sta a vedere che in futuro Canonical dirà ciao ciao a compiz e inizierà ad usare unity in qt? (come sostenevo su Wayland, l'ayahuasca e la fantainformatica)
------------------
*Guarda un po', almeno su questo punto Apple è più coerente di Canonical. Ti dicono "sono contro il free software" e poi è da aspettarsi che limitino e rilascino i loro programmi con poche opzioni. Devono controllare l'utente. Decidere loro come deve usare il programma.

**E per proprietà transitiva quegli appartenente alla comunità di Ubuntu, che ne sono al corrente, si fanno prendere in giro, proprio perché sanno che sopra la loro testa c'è una azienda e accettano tutto senza battere ciglio. Anzi, lo giustificano dicendo che la missione di Canonical è quella di rendere usabile "linux per esseri umani", già. Ma dove cazzo si è mai visa una comunità Gnu/Linux che non ha potere decisionale per la sua distribuzione?


...