#10x100 Esperando la última ola (mentre ci ribadiscono il concetto)

eternauta-genova-condannati
Il seguente era inizialmente un commento lasciato sul post dei Wu Ming, ho deciso di farne un post.

Ieri su twitter l'utente @laprimularossa ha condiviso una frase di Eduardo Galeano che poi ho tradotto, la trovo particolarmente azzeccata all'occasione:

    “La giustizia è come i serpenti, morde soltanto coloro che sono scalzi

Molti miei conoscenti, a volte mi fanno domande sulla politica in Argentina, se ora governa la sinistra o la destra, com'è la situazione là, ecc.

A tutti fa molto strano sentirsi dire che in Argentina veramente la "sinistra" non c'è. Che il Peronismo è sempre stato un partito di stampo popolare e di destra. Ma quando spiego il perché mi sento sempre dire la stessa cosa che sento e penso in questa occasione: che tristezza.

Il perché riguarda una tortura di massa. In Argentina i militari hanno eradicato ogni linfa vitale della partecipazione politica (sopratutto di sinistra), della voglia di lottare, ma sopratutto della voglia di essere politici. I desaparecidos erano una mossa della AAA (alleanza anticomunisti argentina) mirata ad uno scopo ben preciso: annientare ogni voglia di fare politica, diffondere un messaggio di paura, ben chiaro.

Trovo che quello che è stato fatto nei giorni di Genova nel 2001, e quello che successe ieri, sia tutto parte della stessa politica mirata a diffondere un messaggio ben chiaro*. A Genova nel 2001 bisognava mettere in chiaro che non devi manifestare contro il potere oligarchico e contro il FMI, non osare lottare contro il neoliberismo. Oggi non fanno altro che ribadire il concetto: non ti azzardare a toccare un bancomat e tutto ciò che rappresenta. 

Come quando in Argentina, nel 1990 Menem concesse l'indulto ai militari. Un modo per ribadire il concetto a distanza di 14 anni dal golpe. Ed il paese fece la fine che meritò nel 2001. E solo dopo altri 11 anni Videla ed altri vennero sbattuti in carcere e giustizia è stata fatta.

Ci vollero circa 36 anni perché tutto l'apparato dello stato argentino smettesse di rendersi complice e fermasse quel ribadire i concetti, liberasse il tabù.

Perché, nonostante il "peronismo di sinistra" di Kirchner sia un governo di stampo demagogico e populista - per carità, ha fatto anche scelte che condivido -, la faccenda importante è che la gente in Argentina è tornata ad avere voglia di partecipare in politica, la paura che avevano inflitto i militare piano piano sparisce.

Qui in Italia e Europa bisognerà aspettare, come dice WM4, a quando la marea non monterà un’altra volta, dopo che l'Italia farà la fine che merita. E in quel momento - parafrasando il comandante Marcos nel discorso dentro le canzoni di Manu Chao - quelle che oggi sono le nostre denunce diverranno le nostre esigenze.



-------------------------------

* Un messaggio, quello di oggi, trasmesso in modo capillare, perché coloro che non sono interessati a questa faccenda apprendono dai giornali che "le pene sono state ridotte". Ma a noi, diretti interessati, ci dicono che se i poliziotti ammazzano a botte un ragazzo di 18 anni, o fracassano qualche cranio, rischiano meno di coloro che sfondano una vetrina, anzi, ai poliziotti della Diaz aspetta pure la solidarietà di De Gennaro (oggi sottosegretario alla presidenza del consiglio, ieri ex capo della polizia all'epoca del G8).


...