Il Favoloso Mondo di Byoblu

Premessa: Il seguente testo è un articolo satirico, com'è solito fare in questo posto non intende in alcun modo attaccare le persone, bensì i personaggi, il loro fanatismo e i messaggi che diffondono. È denso di critica e dissenso ragionato, con una spruzzata di chianti frizzante. Altre informazioni nell'apposita sezione Info-Disclaimer.

Ciò che state per leggere è il frutto di vicende anomale e burrascose verificatesi negli ultimi giorni attraverso i meandri del "ueb" nostrano. Coinvolgono la campagna elettorale, i loghi farlocchi presentati al Viminale, le simpatie di Grillo con fascisti di Casapound, le manie di urlare al complotto da parte dei grillini, email anonime e fasulle che scomodano Anonymous Italia, sedicenti attacchi DDOS mai rivendicati, deliri sugli hacker e congetture sull'utilizzo di sistemi Gnu/Linux da parte di persone che non hanno idea di come usare apt-get su un terminale ma, potete scommetterci, hanno visto tutte le puntate di Big Bang Theory. Questo è un potpourri di teorie e complotti che farebbe rabbrividire   Scientology, una kermesse di cazzate che neppure i pensieri malsani di Alfonso Luigi Marra in acido potrebbero congegnare. Signore e signori, benvenuti nel favoloso mondo di Byoblu.

Byoblu-Favoloso-Anonymous-Grillo-M5S

Introduzione

Giovedì 10 Gennaio 2013,
Giornata umida, il freddo cala su Roma, mentre Santoro e Berlusconi danno spettacolo su uno studio televisivo svariate persone sono in coda al Viminale. Presenteranno i loghi per le elezioni non appena apriranno le transenne per farli entrare. Niente nuvole. La luna risplendente in cielo.

Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito. Ed io guardando la scena mi tocco.

Perché sono un depravato. Perché mi piace immaginare cosa pensi lo stolto riguardo quel dito. E penso che lo stolto guardi quel dito perché è attirato da colui che lo guida. Lo venera. Ma non tutti venerano il dito allo stesso modo.

Voglio dire, se dovessi fare un esempio e immaginare, non saprei, il Casaleggio al posto del saggio e il Grillino al posto dello stolto, direi piuttosto che:

Quando il Casaleggio indica la luna, il grillino gli annusa il dito.
Ed io, guardando la scena, gli dico: se non gli lecchi le dita godi solo a metà.

Perché sono un depravato.
Perché mi piace l'idea del grillino leccandoli il dito al Casaleggio. Perché sono sempre stato curioso di sapere fino a che punto può spingersi il fanatismo dei seguaci di Beppe.


Grillo il cagasotto

Per chi non lo sapesse, Casapound è un centro-sociale e/o partito di cui i suoi integranti si sono autodefiniti "fascisti del terzo millennio". Tale partito è nato con un esplicito richiamo al "pensiero" ed alla storia del fascismo, e ciò basta per farmi stare veramente alla larga da loro, sia a me sia a tutte le persone che riconoscano nell'antifascismo un valore fondante di questo paese, e non solo.

Evidentemente però non basta a Beppe Grillo, che alla domanda se fosse o no antifascista rispose "non mi compete...".


Francamente, io non so se quando Beppe Grillo parla di democrazia lo faccia a vanvera apposta o semplicemente non ne capisca un cazzo. Propendo per la prima opzione, perché lo ritengo intelligente. Pericolosamente intelligente. Tant'è vero che lui è cosciente di questa sua pericolosità, e non a caso domenica ha dichiarato che teme per la sua incolumità.

Lasciatemi dire però che l'unico attentato che rischia Beppe Grillo è quello del suo sentimento antifascista, che potrebbe fare ritorno a casa sua, aspettarlo seduto in poltrona e riempirlo di botte per averlo abbandonato.

- Chi va lì? Lo so che c'è qualcuno, ho trovato la porta aperta porca puttana -
- Sono io Beppe, ti ricordi di me? -
- Sei tu... ti trovo cambiato -
- No, Beppe, sono sempre rimasto lo stesso, sei tu quello cambiato, dal giorno in cui mi hai abbandonato. Ti ho aspettato speranzoso sai? Ma non hai mai fatto ritorno -
- Ti posso spiegare, io non volevo abbandonarti -
- È troppo tardi, cagasotto. Ora vedrai. -

Insomma diciamola tutta. Se è vero – come sostiene la teoria grillina - che Grillo non è fascista, allora è un cagasotto. Mi dispiace ma è così. Sì è trovato davanti al candidato di Casapound, davanti a quei fasci palestrati, e quando gli hanno chiesto se era antifascista ha risposto "non mi compete", mentre si pisciava mediocremente addosso. Decisamente deve essere andata così. Solo che la puzza dei fascisti ha coperto l'odore di urina che fuoriusciva dai suoi pantaloni e quindi nessuno si è reso conto.

Lo so che a voi sembra una narrazione assurda, ma io ho ragione di credere che una teoria del genere potrebbe essere promossa tranquillamente da Claudio "Byoblu" Messora. Per gli amici ByowashBlu.

Lasciatemi introdurre il soggetto.


Byoblu

Narra la leggenda che il giorno in cui Giuseppe Grillo si rese conto che con la storia della Biowashball aveva toppato, e aveva toppato di brutto visto che i vestiti che indossava erano tutti macchiati, si arrabbio così tanto che non trovando un computer sottomano – l'aveva spaccato in un suo spettacolo – prese la suddetta pallina e la scaraventò con forza contro il muro.

Ciò che successe in seguito fu quasi indescrivibile. La Biowashball si aprì e sprigionò tutto quello che aveva raccolto dai vestiti di Beppe in anni. Ne uscì fuori un bambino. Un essere così puro, così pulito che la sua pelle era di colore blu (probabilmente causato dal detersivo che la moglie di Beppe metteva ogni tanto in lavatrice perché si era resa conto ben prima di suo marito che quella pallina del cazzo non funzionava).



Il fatto cambiò la vita di Beppe, al punto tal che decise di prendersi un computer per fare ricerca su internet e indagare al riguardo e fu grazie a ciò che conobbe il Casaleggio. Conosciamo già il resto della storia.

Tuttavia, Byoblu crebbe in fretta imparando le tecniche del suo maestro, e aprì un Vlog, o “Video Blog”, vincendo parecchi premi e diventando “famoso”. Finì per essere un “blogger” che vive solo di donazioni e frequenta trasmissioni televisive. Le donazioni servono affinché Byoblu possa fare la sua controinformazione disinteressata, libera, ma sopratutto indipendente. Perché dal giorno in cui è uscito dalla sua prigione-pallina verde, Byoblu è libero.


I Loghi, Anonymous e il cinema

Venerdì 11 Gennaio,
Mentre molti discutono dell'amichevole rapporto tra Grillo e Casapound, Byoblu cerca di spiegare cos'è successo riguardo ai loghi elettorali su youtube.

Se mai avrò un figlio e lui mi dirà "babbo voglio aprire un Vlog "
lo manderò a raccogliere banane in Argentina.

Ecco la trascrizione semplificata: (sì, mi sono visto tutto il pippone per voi. 6 minuti per dire solo una cosa)
Questo è un paese delle banane – esordisce Byoblu nel suo video intitolato ATTENZIONE: GOLPETTINO IN CORSO! – [segue pippone che parla di coda al supermercato, transenne e senato] questa mattina, il movimento 5 stelle ha scoperto che qualcuno aveva depositato il suo simbolo [...] e ha scoperto che non può depositare il suo simbolo, perché qualcuno ha depositato il simbolo del movimento 5 stelle [...] quindi c'è la possibilità, c'è la possibilità, che se vogliono fare i furbi, accordandosi tra gli amici degli amici, l'operazione di questa mattina determini il fatto che un movimento come quello del movimento 5 stelle, possa non partecipare alle prossime elezioni politiche. Nel caso questo dovesse avvenire, va da se che l'unica strada che resta percorribile è la rivoluzione.
A parte il fatto che mi pare confonda i termini “rivoluzione” con “rivolta”, a parte un titolo che fa veramente pena perché “golpettino” è una parola che non si può sentire, riuscite a rendervi conto l'assurdità di urlare così tanto per un logo “clone” di quello del M5S che si sapeva il Il ministero dell'Interno non avrebbe fatto passare? (ed infatti ieri il “logo civetta” è stato ricusato

A giudicare dagli eventi successivi, apparentemente il nostro Blogger non si rende conto di tale assurdità e Sabato rincara la dose di “informazione indipendente e disinteressata” pubblicando un post dal titolo: «Anonymous: golpe contro Grillo».

Il post inizia con le parole “ricevo e pubblico”, e in seguito riporta un comunicato firmato da "Anonymous" contenente dei leaks. Tre schermate di una conversazione tra Foti (exgrillino che ha presentato il logo-clone del M5S) e un paio di soggetti sempre coinvolti nelle faccende dei loghi fasulli. 

Il Problema è che il post di Byoblu fa eco e alcuni media iniziano a sostenere che Anonymous avesse dato una mano a Grillo per aver “svelato” i retroscena dei loghi. Di fatto quelle schermate non svelano gran che perché al momento si sapeva chi erano i responsabili dei loghi fasulli presentati al Viminale.

Tuttavia, la cosa interessante è che solo una mente impreparata può credere che le parole pubblicate da Byoblu provengano dal collettivo Anonymous Italia, che non agisce inviando comunicati tramite email perché li pubblichino altri bloggers, e non lavora pubblicando dei leaks:
“Anonymous Italia si è sempre dimostrato un movimento sopra le righe e apartitico. Nonostante ciò, non riusciamo ad accettare atteggiamenti di partiti più o meno piccoli che per accaparrarsi un logo, "giocano sporco" con conseguenze sul futuro di un paese INTERO. Stiamo parlando di ELEZIONI, di FUTURO e di ITALIA, non di barzellete e festicciole...”
Chiunque si sentirebbe preso per i fondelli. E Chiunque avesse letto i comunicati del M5S riconoscerebbe l'alto contenuto di grillosità all'interno di quelle parole: il lessico, la scelta dei termini, l'uso delle maiuscole. Tutti tranne Byoblu. Anzi per Byoblu non importa chi sia stato, quindi per lui va bene scrivere un titolo che attribuisca ad Anonymous la piena paternità del comunicato, dopotutto lui può sfruttare la prassi di iniziare il post con “ricevo e pubblico”, per lavarsi le mani. Un po' come Grillo quando dice: io non mi candido. Come se ciò potesse esonerarlo da certe regole. Da dibattiti democratici.

Ora, io non so voi, ma trovo inaccettabile tale operato da una persona che afferma di cercare di mantenersi “libero dai condizionamenti politici ed editoriali”, la quale sostiene che grazie a “innumerevoli battaglie nel nome delle libertà della rete ha promosso e partecipato da protagonista alla tutela di internet come patrimonio di conoscenza e di informazione libera.

Lo trovo semplicemente un insulto all'intelligenza, che suggerisca in maniera subdola la paternità di quel messaggio ad Anonymous per veicolare il suo messaggio, che non accetti la critica che gli è stata fatta insultando chi glielo fa notare e infine che cambi il titolo – dopo una lunga discussione col giornalista Carlo Gubitosa (storify) -, come se niente fosse, dopo due giorni, quando ormai il danno è fatto. 

Basta leggere lo storify appena linkato per capire quanto questo personaggio sia prevenuto alle critiche, emetta giudizi frettolosi verso coloro che discutono con lui ma, sopratutto, attacchi sul personale con una presunzione che non ha nome.


A cosa serve sindacare sui titoli quando sei in buona fede? Le regole non valgono.


Se c'è qualcosa che di Byoblu non puoi mettere in discussione, quella è la sua "buona fede". Perché lui non è un giornalista, lui è un Blogger. Quindi sebbene parli di regole non deve mica attenersi al codice Etico Deontologico. Chissenefrega se pubblichi una notizia col titolo che riflette una fatto non vero, è già tanto che riesci a pubblicare quando stai entrando al cinema.


Lunedì ci spiegherà con arte oratoria altri particolari:
"io non ero neppure a casa, ma al cinema con i miei bimbi. Avevo a disposizione due smartphone entrambi con livelli di batteria critici e niente occhiali per decifrare gli oscuri simboli sfocati che il display dei due device proiettavano nelle mie retine malandate"
Riuscite ad immaginare la scena?

- Biglietti prego... -
- Sì, scusi, n'attimo che il blackberry non prende il wi-fi, sto pubblicando un complottino qui che.. -
- Biglietti signore.. -
- Dai papà!! Avevi detto che non toccavi Twitter per almeno mezz'ora! L'avevi promesso -
- Sì, lo so angioletto lo so ma.. -
- Signore, i biglietti, sta ostruendo la fila -
- Ok, un attimo, no un attimo aspettate, ASPETTATE TUTTI... -

La folla dietro zittisce, i bambini aprono gli occhi e si guardano terrorizzati. Ecco un altro pippone morale e vomitevole di papà, ecco la sua grillosità acuta che viene fuori e per giunta davanti a tutti. Ora inizierà a parlare di democrazia, di elezioni, di complotti. Finirà che ci cacciano via come quella volta al ristorante quando ha cercato di pesare il parmigiano reggiano dicendo che ci mettevi più di tre cucchiaini eri un servo del potere. Qualunque cosa significhi servo del potere. Ti voglio bene papà, ma certe volte ci fai fare delle figure di merda...

- Ma voi lo sapete che siamo sotto ELEZIONI?! Lo sapete quanto è IMPORTANTE per questo PAESE che non ci siano COMPLOTTI? Per la DEMOCRAZIA signori! Sì, democrazia! E voi mi chiedete i biglietto? ECCOLO IL BIGLIETTO, ME LO STRAPPO DA SOLO GUARDI! Contento!?... andiamo bambini. Voi entrate che io pubblico in fretta e vengo a vedere il film con voi... -

Immagino debba essere andata così. Quindi per favore. Non togliamo la "buona - e sacrosanta - fede" a quest'uomo, che probabilmente è l'unica cosa che ha. O almeno, se lo fate state attenti, perché lui si arrabbia e vi blocca su Twitter.


Anonymous smentisce

Ma il peggio sta per arrivare. Perché il nostro paladino dell'informazione riceve una smentita dal blog principale di Anonymous Italia, in cui gli viene detto che, sebbene la struttura del collettivo non sia piramidale, esiste un “nucleo” di attivisti che si sono in contatto e gestiscono le principali operazioni. Loro non solo si dissociano ma sostengono di aver cercato di contattare il nostro Blogger, fallendo nel intento.

Dopodiché succede l'imprevisto. Anonymous Italia si lancia in una dimostrazione secondo cui le schermate della conversazione che Byoblu ha pubblicato in loro nome sono un fake. (cosa che io avrei evitato) e concludono con:
“Non vogliamo pensare che sia stato lo stesso Messora a inscenare questo teatrino, però gli consigliamo di validare meglio le fonti d'ora in avanti,anche per rispetto ai suoi lettori.
Precisiamo infine che non abbiamo lanciato attacchi di tipo DDoS contro www.byoblu.com che risultava irraggiungibile nella giornata di ieri (una ipotesi plausibile è un picco di traffico legittimo proveniente dal link all'articolo inserito sul blog di Grillo).”
Al che Byoblu, ossessionato dalla sua credibilità minata si lancia in un secondo post chilometrico dove evita le critiche ricevute e rassicura i suoi lettori, che finiscono per appoggiarlo in pieno e diffidano di Anonymous Italia: “Claudio non hai sbagliato nulla, sono questi personaggi che dovrebbero sparire dalla circolazione come i lamer e i troll.”

E non soddisfatto di tutto ciò Byoblu fa un altro post ancora in cui apre con le seguenti parole:

Sì, abbiamo capito. Significa che ti lavi le mani.
Al suo interno troviamo il messaggio di un suo fan che “dimostra” con “certezza” che Anonymous Italia non usa Gnu/Linux, e deduce dunque che non sono dei veri hackers, perché un vero hacker, secondo la logica di Big Bang Theory, deve usare linux. Già.


E quando pensi che ormai hai letto tutto, Byoblu finisce il post così:


Quindi. Secondo la logica di Byoblu, io dovrei credere a una persona che pubblica un post in fretta mentre sta entrando al cinema, che si sente un blogger e quindi ha una Deontologia propria. Io devo credere a lui e non ad uno di blog "principali" di Anonymous Italia perché a detta sua non gli “sembra essere il tipo da non agevolare in ogni modo tutti i chiarimenti necessari”?


L'ultima Goccia

Concludiamo. Mentre finisco di scrivere questo post, poche ore fa Byoblu pubblica l'ennesima smentita in cui ci dice, guarda un po', che Sabato aveva "omesso" un particolare quando ha riportato il messaggio che attribuiva ad Anonymous Italia.

Quindi lui, il signore informazione libera e disinteressata, ci sta dicendo che quando ci ha fornito il sorgente della prima mail - dietro mia richiesta - ha alterato i fatti? Ha aperto il sorgente e l'ha modificato togliendone un pezzo? Oppure ha ricevuto più di una mail ma non l'ha detto? Anche perché la schermata che ci fornisce oggi (a detta sua "della prima mail"), non coincide con il sorgente che ci ha fornito sabato.

Che si sia scordato di averci fornito il sorgente della "prima mail" Domenica alle 1:51 del mattino?

Ah, il favoloso mondo di Byoblu. Un mondo dove tutto è diverso. Dove regna il Codice Deontologico del Blogger, secondo cui se sei al cinema, le regole non valgono.


--------------------------------------
EDIT 17/01/2013
: Riguardo quest'ultimo punto mi sono spiegato meglio qui su Tumblr. Io sto sostenendo che Byoblu, nell'aver pubblicato la presunta "seconda mail" da Anonymous, si sia fregato con le sue stesse mani, perché ha apparentemente modificato drasticamente la "prima mail" che ci aveva fornito. Solo un genio come lui poteva riuscire nell'intento. 

EDIT DUBBIO RISOLTO: Mi fanno notare nei commenti che a quanto pare lui abbia ricevuto due email simili il primo giorno, mentre successivamente ricevete una terza mail, che lui chiama però "seconda mail" nel post pubblicato Mercoledì 16 Gennaio. Insomma ecco il perché della confusione. Ad ogni modo mercoledì pubblicò la schermata di una delle "prime mail", mentre a noi ci aveva fornito il sorgente dell'altra "prima mail". Una azione che io non definirei quel che si dice "trasparente".


...