Frocio recidivo confessa «voto il M5S perché non vedo alternative»

emendamento-gitti-legge-trans-omofobia-m5s

Bentrovati cari telespettatori di Larghe Intese News. All'indomani del voto alla camera in cui venne approvato l'ambiguo sub-emendamento Gitti, che potrebbe rendere più amena ai parlamentari, a qualunque membro di organizzazioni religiose e appartenente ad una qualche carica rappresentativa la possibilità di esprimere opinioni, anche talvolta discriminanti, sulle persone in base alla razza - siano essi negri, musi gialli, argentini di merda o terroni - e di dare del frocio a qualunque checca che vedano per strada - Giovanardi potrà insultare il prossimo - tutto per difendere la pluralità di idee che noi di Larghe Intese News sappiamo essere fondamentale in un governo del genere, abbiamo intervistato il cittadino Flavio - che per ovvi motivi non si chiama Flavio, il nome è inventato per salvaguardare la sua identità -, e dato che crediamo appartenga alla minoranza dei gay gli abbiamo chiesto un parere:


Cosa pensi dell'emendamento approvato ieri alla camera? Ti abbiamo sentito lamentarti, non sei contento se ora la vostra condizione sarà riconosciuta dallo stato e protetta dalla legge Mancino?

— Cosa intendi con "la vostra" condizione? Come al solito in Italia si fa passare l'ennesima azione congiunta di governo come una cosa positiva, quando in realtà è una legge inaudita. Se un rappresentante del popolo acquisisce il diritto di poter esprimere pensieri denigranti verso le persone sulla base del colore della pelle e il suo orientamento sessuale vuol dire che siamo tornati indietro. Ha voglia Ivan Scalfaroto a dire che è un passo in avanti, l'ambiguità del sub-emendamento resta, potevano farlo più chiaro, ma a quel punto forse il PDL non l'avrebbe votato.

Non pensi che ora che siete riconosciuti, intendo voi froci e deviati malati di HIV, sarete almeno considerati delle persone? 

— Ma come ti permetti di darmi del frocio? Non lo sai che è denigrante e stai infrangendo la legge Mancino di cui sopra?

No, ti sbagli io svolgo un'attività di natura culturale, sono protetta dal sub-emendamento, non è colpa mia se tu non condividi la nostra opinione, non vorrai essere contro il pluralismo delle idee spero... ma tornando all'intervista, non trovi che il comportamento del Movimento 5 Stelle sia stato ridicolo?

— Non saprei. Ti riferisci al siparietto dell'abbraccio in aula? Il problema è il seguente, voi cosa avreste fatto? Che alternative c'erano ad uno scempio del genere? Ridicolo? Forse, ma senz'altro preferibile all'ennesimo accordo di PD e PDL. Aimè, ora come ora, non vedo alternative. O almeno io un'alternativa ce l'avrei, ma mi dareste dell'anar*****, e di questi giorni è meglio sembrare frocio che anar*****, no? 

Ora stai esagerando, devo informarti che copriremo quella parolaccia nell'intervista..

— Quale parolaccia? che cazzo dite? 

Quella che hai detto, non sarai mica un No-Tav pure? 

— E se lo fossi? 

Frocio e No-Tav, lo sai che in Val Susa noi vi abbiamo mandato l'esercito? 

— E se ti dicessi che ho votato il M5S? 

A beh... non mi sorprenderebbe, ma hai letto i post omofobi che scrive Grillo sul suo blog? 

— Sì, te l'ho detto, siamo messi così male che il M5S sembra ad oggi il partito meno omofobo, e non è per niente un bene. 

Mi sembri confuso..

— Non sono confuso, dico solo che le cose sono più complesse di quanto sembrano, tanto per fare un esempio: SEL e il M5S si sono soltanto astenuti, e l'emendamento è passato.

Sì, ma i nostri telespettatori devono ricevere un sì o un no, quindi che posizione prendi?

— a me dei vostri telespettatori non me ne può fregare niente.

Allora non ti lamentare quando ti daranno del frocio...

—  .... 

***

Purtroppo Flavio non ha acconsentito di proseguire l'intervista, dimostrando quanto immatura e poco pronta a diritti costituzionali sia la sua categoria: froci che non hanno rispetto per la pluralità di idee. 
È tutto per oggi, alla prossima puntata.


...

Note Legali

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001
Le pareti, al suo interno, sono rivestite di Diritto di Critica e Diritto di Satira, maneggiare con cura. Consultare INFO - Disclaimer

Licenza

(CC BY-NC-SA 3.0) | anonimoconiglio.com by Santiago Greco.
This blog is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.